GAL Delta 2000: aperti due bandi

Nell’ambito del Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020 della Regione, sono stati due bandi destinati al GAL Delta 2000. I due avvisi sono rivolti a enti pubblici e a raggruppamenti misti. Hanno rispettivamente come finalità la riqualificazione di strutture pubbliche da destinare a servizi o attività culturali ed educative oppure l’inclusione sociale.

19.2.01.03 – Strutture per servizi pubblici

Beneficiari: Comuni (singoli ed associati) e altri Enti pubblici

Risorse: 1.220.000 euro

Spese ammissibili: interventi volti al recupero/ampliamento e alla valorizzazione di fabbricati pubblici e relative aree di pertinenza di importanza storica e architettonica da destinare a servizi pubblici o attività artistiche, culturali, educative e naturalistiche, al fine di rendere un territorio attraente per la popolazione ed i turisti.

  • interventi di ristrutturazione, risanamento conservativo, ampliamento e adeguamento, secondo le categorie di intervento ammesse dagli strumenti urbanistici per le tipologie di immobili e strutture oggetto di finanziamento, da destinare alle finalità indicate nel Bando;
  • attrezzature e strumentazioni meccaniche strettamente connesse al recupero dei manufatti edilizi e di arredo delle aree pertinenziali quando di valenza funzionale, storica o documentale nel limite massimo del 10% delle spese ammissibili;
  • sistemazione, adeguamento e miglioramento delle aree esterne di stretta pertinenza degli immobili oggetto di intervento, limitatamente agli interventi necessari a rendere idoneo e fruibile l’immobile;
  • spese generali nel limite massimo del 10% delle spese ammissibili.

Sostegno: pari al 100% della spesa ammissibile. Importo minimo ammissibile € 50.000, massimo 300.000

Termini di presentazione della domanda: 28/02/2018, ore 17.00

QUI trovate il bando e informazioni utili per presentare domanda.

19.2.02.06 – Inclusione sociale

Beneficiari: Raggruppamenti tra diversi soggetti quali: imprese agricole, organizzazioni professionali, associazioni di categoria, enti pubblici, società pubbliche, associazioni di privati senza scopo di lucro, società miste pubblico-private, proprietà collettive, scuole ed università ad indirizzo agrario e ad indirizzo socio-economico, organismi di ricerca.

Il Raggruppamento deve comprendere almeno tre soggetti: impresa agricola, scuola o università o organismo di ricerca, e un altro soggetto individuato tra i seguenti beneficiari ammissibili: imprese agricole, organizzazioni professionali, associazioni di categoria, enti pubblici, società pubbliche, associazioni di privati senza scopo di lucro, società miste pubblico-private, proprietà collettive, scuole ed università ad indirizzo agrario e ad indirizzo socio-economico, organismi di ricerca. Almeno 2 soggetti del raggruppamento devono essere partner effettivi.

I partner del raggruppamento possono essere effettivi o associati. Per partner effettivi si intendono i soggetti responsabili – anche finanziariamente – di attività specifiche del Piano e, pertanto, beneficiari del contributo. Per partner associati si intendono i soggetti che sostengono le iniziative realizzate nell’ambito del Piano senza alcuna responsabilità di tipo finanziario e senza quindi la possibilità di accedere al sostegno.

Risorse: 250.000 euro

Spese ammissibili: interventi finalizzati ad rafforzare l’integrazione tra agricoltura, inclusione sociale e qualificazione del paesaggio.

  • studi di fattibilità per la messa a punto del piano degli interventi, l’analisi sulla sostenibilità ambientale ed economica degli interventi da realizzare compreso approfondimenti su coltivazioni finalizzate a qualificare il paesaggio;
  • sostegno alla costituzione delle reti di impresa;
  • sistemazione di locali per ospitare aule didattiche, locali destinati alla mensa, compreso i servizi igienici necessari e funzionali ai locali stessi;
  • acquisto di attrezzature, materiali e forniture strettamente necessarie alla realizzazione del progetto, quali attrezzature informatiche per allestimento delle aule didattiche, locali destinati alla mensa e aule ricreative (PC, videoproiettori, schermi per proiezioni e attrezzature simili, arredi, cucina e forniture per allestimento della sala mensa e aule ricreative);
  • interventi di sistemazione delle aree esterne di pertinenza finalizzate a qualificare il paesaggio.
  • attività di promo-comunicazione e di commercializzazione per la collocazione dei prodotti e per la diffusione dei risultati. Costi per la redazione dello studio di fattibilità e per la costruzione delle forme associative finalizzate alla realizzazione di progetti che rispondano alle finalità dell’azione, quali costi per consulenze e collaborazioni esterne compreso assegni di ricerca e costi per ricercatori, dottorati e dottorandi che potranno giustificare il loro impegno nel progetto tramite timesheet e buste paga. Costi per il coordinamento e la gestione del progetto (es. consulenze esterne, collaborazioni compreso assegni di ricerca e costi per ricercatori, dottorati e dottorandi che potranno giustificare il loro impegno nel progetto tramite timesheet e buste paga), spese per animazione, riunioni e incontri. Opere edili finalizzate al recupero e/o ristrutturazione di strutture e/o locali funzionali alla realizzazione di locali per ospitare aule didattiche, locali destinati alla mensa, aule ricreative, compreso i servizi igienici necessari e funzionali ai locali stessi. Attrezzature, macchinari, strumentazioni e arredi necessari alla finalizzazione degli interventi nel rispetto dei limiti delle tipologie di intervento sopra descritte di cui al quarto punto;
  • opere, attrezzature e strumentazione finalizzate al risparmio energetico. Opere ed interventi di sistemazione delle aree di pertinenza esterna finalizzate a qualificare il paesaggio, compreso piantumazioni e arredi per esterno nella misura massima del 20% dell’investimento complessivo ammissibile. Spese di promozione e comunicazione, spese di commercializzazione per la collocazione delle produzioni nella misura massima del 20% dei costi ritenuti ammissibili. Spese generali nella misura massima del 10% dei costi ritenuti ammissibili.

Sostegno: 60% delle spese ammissibili

Termini di presentazione della domanda: 30/03/2018, ore 12.00

QUI trovate il bando e informazioni utili per presentare domanda.