Cannabis Medica. La Regione incontra il Comitato Pazienti

Dopo la mia interrogazione di martedì scorso a proposito della carenza di farmaci a base di cannabinoidi, ieri è iniziato un percorso condiviso tra Regione e ‘Comitato Pazienti cannabis medica’, fatto di scelte importanti per i pazienti che scelgono questo genere di terapia 

 

L’incontro tra l’Assessorato alla Sanità della Regione Emilia-Romagna e il ‘Comitato Pazienti cannabis medica’ è un punto di partenza fondamentale. Dopo la mia interrogazione, la scorsa settimana, cui aveva risposto l’assessore Venturi, la Regione ha preso atto dell’emergenza provocata dalla carenza di farmaci a base di cannabis. L’incontro di lunedì ha gettato le basi per una più stretta collaborazione tra pazienti e istituzione.

Verrà composto un gruppo di lavoro tra funzionari regionali e pazienti per lavorare in stretto raccordo. Verranno inoltre messe in campo misure adeguate per monitorare i fabbisogni e l’aumento degli ordinativi per garantire la disponibilità. Da parte sua, l’Assessorato si impegnerà, nella Commissione Salute della Conferenza Stato-Regioni, per sensibilizzare il Ministero sulla programmazione dell’importazione dei farmaci, al fine di garantire la continuità terapeutica.

La Regione, decidendo di incontrare i pazienti ha dimostrato grande sensibilità su un tema di grande urgenza e attualità. Il diritto alla salute è imprescindibile, la carenza di questi farmaci può causare interruzioni delle terapie che possono compromettere gravemente la salute dei pazienti.