Lavoro e formazione

9325995752_e4b4d0044a_b

Più incentivi e innovazione per il lavoro di tutti

Il mercato del lavoro, in Italia come nel nostro territorio è caratterizzato da pochi occupati, non molti disoccupati, troppe donne fuori dal mercato del lavoro, troppi giovani che non studiano e non lavorano. Il sistema del collocamento pubblico e privato si occupa di meno del 5% dei contratti stipulati annualmente, è quindi necessaria una sua riqualificazione.

  • Per un collocamento che collochi. Si rende indispensabile un miglioramento del mercato del lavoro e un efficientamento dei suoi attori, così da renderlo più efficace, più fluido e più trasparente.
  • Più innovazione per più lavoro. Occorre assicurare che i fondi stanziati dalla Programmazione Comunitaria 2014-2020 siano spesi efficacemente per costruire un sistema che riduca la dispersione scolastica, favorisca l’occupazione giovanile e la nascita di nuove imprese nei settori più competitivi.
  • Integrazione tra mondo della scuola e mondo del lavoro. La fluidità del mondo del lavoro ci impone che le politiche a esso relative riducano i tempi di ingresso nel mercato del lavoro dei giovani, incentivino la formazione da parte delle aziende per favorire la mobilità da un’impresa all’altra, qualificando e riqualificando di continuo le competenze richieste dal sistema produttivo.

Azioni concrete

Ricerca del lavoro

Assicurare a tutti un sostegno alla ricerca attiva del lavoro, anche attraverso un sistema di voucher che la singola persona può spendere nella struttura pubblica o privata liberamente scelta.

I servizi per l'impiego

Liberalizzare i servizi all’impiego e favorire la nascita di un modello competitivo tra pubblico e privati, mantenendo i regimi di autorizzazione e di accreditamento pubblici e prevedendo che le risorse pubbliche vengano assegnate a quelli che trovano effettivamente lavoro.

Scuola e lavoro

Favorire una maggiore integrazione tra mondo della scuola e mondo del lavoro: sostenendo la creazione di servizi che rendano effettivamente le scuole, i centri di formazione professionale e le Università veri e propri organismi di collocamento per il primo impiego dei giovani che terminano un percorso di istruzione e formazione.

Welfare aziendale

Defiscalizzare e decontribuzione totale degli straordinari, dei premi di produttività e per le iniziative di welfare aziendale: conciliazione dei tempi di lavoro con la famiglia, assistenza sanitaria e previdenziale integrativa, diritto allo studio.

Sgravi fiscali

Incentivare le imprese che creano nuovi posti di lavoro attraverso sgravi fiscali e incentivi mirati, fino ad arrivare all’individuazione di veri e propri accordi per la competitività.

Startup e incubatori

Sostenere l’idea d’impresa, dal lancio di una nuova impresa innovativa, ai progetti di rilancio di aziende esistenti, alla valorizzazione della ricerca, attraverso: credito d’imposta, facilitazioni per l’aumento di capitale e agevolazione del rapporto Università-imprese.

Partecipa anche tu alla definizione dei temi, mandaci le tue proposte #PerContareDavvero.