Impianti sportivi pubblici: 1,8 milioni per la provincia di Ferrara

Spazi e impianti sportivi nuovi, più grandi o più qualificati Grazie al bando da 20 milioni di euro per realizzare interventi che comporteranno almeno il doppio della cifra di investimento. Nella Provincia di Ferrara arriveranno 1 milione e 777 mila euro. Un’opportunità importante per i Comuni e gli enti locali che vogliono migliorare l’offerta sportiva sul loro territorio.

Ammontano a 20 milioni di euro le risorse che la Giunta regionale mette a disposizione degli enti locali dell’Emilia-Romagna per l’impiantistica e gli spazi sportivi.

Messi in campo attraverso un apposito bando (che è disponibile QUI), i fondi faranno da volano a investimenti complessivi per oltre 40 milioni di euro. Le risorse andranno a sostenere la realizzazione di progetti per migliorare e qualificare il patrimonio impiantistico dell’intero territorio emiliano-romagnolo.

I Comuni, in forma singola o associata, avranno tempo fino al 20 febbraio 2018 per presentare le richieste del contributo regionale che andrà a coprire il 50% dell’investimenti complessivi per la realizzazione di nuovi impianti sovracomunali o ampliamenti di strutture già esistenti nonché per il miglioramento e la conservazione di impianti esistenti.

Le risorse messe in campo, finanziate dal Cipe nell’ambito della programmazione dei Fondi per lo sviluppo e la coesione sociale, sono ripartite sui territori provinciali tenendo conto in particolar modo della popolazione residente in ogni territorio. Alla provincia di Ferrara, spettano pertanto 1 milione e 777 mila euro.

Il Bando: gli interventi finanziabili

Gli interventi dovranno riguardare: l’ampliamento di spazi e impianti sportivi e la realizzazione di nuovi impianti con un bacino di utenza sovracomunale (intervento minimo di 330 mila euro); il recupero funzionale, di ristrutturazione, di manutenzione straordinaria, di miglioramento sismico, di efficientamento energetico, di messa a norma e di messa in sicurezza volti al miglioramento e alla qualificazione dell’offerta di servizi e impianti sportivi (intervento minimo 100 mila euro); la realizzazione di nuovi spazi attrezzati e aree verdi, collegati ad impianti sportivi, che favoriscano abbinamenti tra pratica motoria e sportiva e la valorizzazione di risorse naturali e ambientali (intervento minimo 100 mila euro). Il contributo massimo sarà di 500 mila, ad eccezione dei Comuni capoluogo per i quali può essere innalzato fino ad 1 milione di euro.

Il bando prevede che la domanda di partecipazione dovrà essere presentata esclusivamente compilando l’apposito modulo e inviandolo entro le ore 24 del 20 febbraio 2018.