Cultura, turismo e spettacolo. Dalla Regione nuovi bandi e opportunità

L’attenzione riservata alla Cultura in tutte le sue declinazioni dalla Giunta regionale e dall’Assemblea Legislativa nascono dalla convinzione che si tratti di aspetti ed elementi fondamentali nella vita delle comunità

Cinema, teatro, danza, musica e tutte le espressioni artistiche e culturali che si dipanano sul territorio sono occasioni di arricchimento per i cittadini e opportunità di crescita per il tessuto produttivo.

Per questa ragione desidero segnalare a quanti sono interessati, l’esistenza di un bando regionale rivolto ad Enti pubblici, associazioni e istituzioni e un sistema di agevolazioni e finanziamenti

Interventi di ristrutturazione, messa a norma e restauro di edifici di proprietà pubblica sedi di spettacoli

Il Bando si rivolge a Enti locali, singoli o associati, e a soggetti privati che gestiscono sedi di spettacolo di proprietà pubblica. La Regione Emilia-Romagna intende sostenere interventi di ristrutturazione, restauro, innovazione tecnologica, messa a norma, ripristino dell’agibilità e della fruibilità di sedi di spettacolo di proprietà pubblica.

La dotazione finanziaria è di 5 milioni di euro e il contributo regionale non potrà eccedere la percentuale del 50% della spesa ritenuta ammissibile. Il contributo massimo concedibile è di 500 mila euro.

Il Bando rimarrà aperto fino alle ore 20:00 del 25 maggio 2018.

Agevolazioni e finanziamenti per un’offerta formativa che favorisca un’occupazione qualificata nel mondo del Cinema

Il Programma regionale in materia di cinema e audiovisivo intende proseguire l’ottimo lavoro del precedente triennio, favorendo un’occupazione qualificata nell’industria cinematografica e audiovisiva e contribuisca alla crescita del settore. Le agevolazioni e i finanziamenti sono rivolti a persone che hanno assolto l’obbligo d’istruzione e il diritto-dovere all’istruzione e formazione che necessitano di formarsi per ridurre il divario tra le competenze possedute e quelle richieste per esercitare professionalmente il proprio ruolo nel settore del cinema e dell’audiovisivo.

Le risorse per finanziare questi progetti, 1 milione 350 mila euro, sono resi disponibili dal Fondo sociale europeo 2014/2020